Blog

Salsicce secche e salsicce di fegato

Le salsicce norcineria pizzoni
Tra le tipicità del territorio umbro, la nostra azienda propone insaccati particolari e di grande qualità. Stiamo parlando delle nostre celebri salsicce secche e delle salsicce di fegato stagionate.
Le salsicce secche

Le salsicce secche vengono prodotte con parti di maiale macinate a grana media, insaporite con sale, pepe, aglio e vino, insaccate e stagionate per 15/20 giorni, fino al formarsi della caratteristica piumatura (la patina bianca esterna). A quel punto, pronte da mangiare, trovano il loro abbinamento ideale con vini rossi leggeri e/o bianchi mossi, pane casareccio e formaggi, sia stagionati che freschi, a pasta semidura o molle. Per le loro dimensioni, sono l’ideale da servire per aperitivi, picnic o semplicemente gustate come spuntino.

Le salsicce di fegato

Le salsicce stagionate di fegato, conosciute anche come “mazzafegati”, sono salsicce di fegato di maiale, molto saporite.

Curiosa e dibattuta l’origine del loro nome, riferita per alcuni all’ingrediente principale, per altri alla intensità del sapore (capace letteralmente di “ammazzare il fegato”), particolarmente apprezzato da chi ama gusti vigorosi. Anticamente venivano definite “L’ultimo dei salumi”, non per la qualità, ma per le tempistiche di preparazione: nate dall’esigenza contadina di non gettare nulla del maiale, erano realizzate con la cosiddetta “ripulitura di banco”, cioè con quanto rimaneva della spolpatura.

Ricavate oggi dalla lavorazione combinata di fegato e pasta di salsiccia, vengono aromatizzate, fatte asciugare prima in ambiente caldo e ventilato, poi in ambiente fresco/umido per un periodo di 25-40 giorni. Sono ottime con i panificati, ma anche per preparare condimenti o ripieni per pasta fresca. L’abbinamento con vini rossi di qualità è d’obbligo!

La moderna riscoperta degli antichi sapori diventa espressione del territorio e della sua antica tradizione eno-gastronomica.

 

 

Torna alla lista