Ricette

Stinco di maiale agli aromi di campo e ginepro

Lo stinco di maiale al ginepro è non solo una ricetta economica ma è anche una ricetta d’effetto e per chi ama i sapori tradizionali di un tempo. La sua preparazione è veloce mentre i tempi di cottura sono un po’ più lunghi ma visto il risultato ne vale davvero la pena! Basterà andare dal vostro macellaio di fiducia, bacche di ginepro e qualche erbetta fresca ed il gioco è fatto.

Le bacche di ginepro (che in realtà sono delle finte bacche) favoriscono la digestione, le sue proprietà balsamiche aiutano le vie respiratorie e fanno bene ai reni; trovano impiego nella preparazione di grappe aromatiche, liquori ed appunto arrosti.

Stinco di maiale al ginepro

Ingredienti:

  • 2 pz di stinco di maiale
  • un cucchiaio di bacche di ginepro
  • un mazzetto di erbe aromatiche (rosmarino, salvia)
  • un bicchiere di vino rosso
  • un peperoncino (facoltativo)
  • olio evo qb
  • sale e pepe qb

Procedimento:

Mettete i 2 pezzi di  stinco di maiale in una terrina, aggiungete le bacche di ginepro, le erbe aromatiche lavate ed il peperoncino tagliato a pezzi, irrorate con il vino rosso e lasciate marinare per un paio d’ore, rigirando gli stinchi ogni tanto. Preriscaldate il forno a 200° e trasferite gli stinchi, sgrondati dal vino, in una teglia, raccogliete, con l’aiuto di un mestolo forato, le erbette e le bacche ed aggiungetele agli stinchi. Salate pepate ed irrorate con un filo d’olio ed infornate per mezz’ora, rigirando gli stinchi di modo che si rosolino da tutti i lati. Una volta che gli stinchi si saranno dorati coprite bene la teglia con un foglio di alluminio abbassate la temperatura del forno a 180°e proseguite la cottura per almeno 2 ore avendo cura, dopo un ora, di rigirare gli stinchi.

Servite gli stinchi di maiale al ginepro ben caldi irrorati dal loro fondo di cottura.

Potete servire gli stinchi di maiale al ginepro accompagnati da un buon contorno

Torna alla lista